lafataverde: (Default)
[personal profile] lafataverde
Titolo: Questo è l'Amore secondo me
Fandom: Original
Rating: G
Word count (FiumiDiParole): 318
Note: 1)
per la fluffosa seconda settimana del WWF (Warning Weeks Fest) di FiumiDiParole.
2) titolo allegramente rubato ad una delle canzoni di "Aggiungi un posto a tavola".


Quella coppia di anziani, seduta su una panchina di Piazza Castello, è esattamente il mio modello di vita futura.
Stanno chiacchierando piano, forse dei figli, o dei nipoti, o magari del gatto della vicina che continua a mangiare le foglie dell’ortensia (“Ai sarìa da dilu, a chila lì, da nen téne duerta la fnesta da d‘nöit“. “Eh, ma t’lu sas cum’alé faita, cula lì: a l‘à nen tüt al bosc a sùsta” ). *1*
Non so con esattezza quale sia l’argomento di cui stanno parlando: sono troppo distante per sentire. Però li posso guardare e immaginare i loro discorsi, il tono che usano, le lievi risate.
Lui ha le mani intrecciate e appoggiate al pomolo del bastone da passeggio; lei giocherella con gli occhiali: li mette, li toglie, li pulisce con un angolo del fazzoletto, li rimette.
Chiacchierano fittamente, del tutto incuranti di qualsiasi rumore: clacson, frenate, tram. Sembra che siano sotto una campana di vetro. Le teste vicine, le mani che talvolta si sfiorano. Lui tiene la testa leggermente inclinata verso la moglie, lei ogni tanto gli toglie un capello dal bavero della giacca.
Sorridono spesso. Sorridono quando passa una coppietta mano nella mano, quando si avvicina un passerotto a beccare le briciole, quando un bambino corre un po’ scompostamente verso la gelateria, trascinandosi dietro sua madre (“Che bel cìt, t’las vist?”. “Sì, e a cùr prù da bin!”). *2*
Ora se ne stanno andando. Lui si sistema il cappello, sposta il bastone nella mano destra, e porge il braccio alla moglie. Lei inforca definitivamente gli occhiali, si alza e lo prende sottobraccio. Trasudano amore in ogni gesto, anche il più semplice.
Si dirigono con calma verso via Garibaldi. Lui fa ondeggiare il bastone ad indicare qualcosa ad una finestra del Palazzo della Regione. Sento lei ridere leggermente e colpirlo piano sul braccio (“Tlas vist lasù? Fin’na i culumb a l’an pì nen al curage d’caghé là ’nsima”. “Oh, Giuàn! Piantla lì!”). *3*
Poi spariscono dietro l’angolo.



*1* "Bisognerebbe dirglielo, a quella lì, di non tenere la finestra aperta di notte". "Eh, ma lo sai com'è fatta, quella lì: non è a posto con la testa" (lett: non ha tutta la legna all'asciutto)

*2* "Che bel bambino, hai visto?". "Sì, e corre proprio bene!"

*3* "Hai visto lassù? Nemmeno i piccioni hanno più il coraggio di cagare là sopra". "Oh, Giovanni! Smettila!"

From:
Anonymous( )Anonymous This account has disabled anonymous posting.
OpenID( )OpenID You can comment on this post while signed in with an account from many other sites, once you have confirmed your email address. Sign in using OpenID.
User
Account name:
Password:
If you don't have an account you can create one now.
Subject:
HTML doesn't work in the subject.

Message:

 
Notice: This account is set to log the IP addresses of everyone who comments.
Links will be displayed as unclickable URLs to help prevent spam.

Profile

lafataverde: (Default)
lafataverde

February 2013

S M T W T F S
     12
34 56789
10111213141516
17181920212223
2425262728  

Most Popular Tags

Style Credit

Expand Cut Tags

No cut tags
Page generated Sep. 24th, 2017 05:38 pm
Powered by Dreamwidth Studios